I primi ministri di Polonia, Repubblica Ceca e Slovenia incontrano il presidente dell'Ucraina

Guardar

Nuevo

I primi ministri polacco, ceco e sloveno si sono incontrati martedì a Kiev con il presidente dell'Ucraina, Volodymir Zelensky, nella prima visita di leader stranieri nella capitale ucraina, assediata dall'invasione della Russia.

I capi di governo, arrivati in treno, si sono seduti attorno a un tavolo con il loro omologo ucraino, Denis Shmyhal, e il presidente ucraino, che ha dettagliato la situazione.

«Stanno bombardando ovunque. Non solo a Kiev, ma anche nelle aree occidentali», ha detto loro Zelenski, secondo un video postato sul suo account Telegram.

«Dobbiamo fermare questa tragedia che si sta svolgendo in Oriente il prima possibile. Ecco perché, insieme al vice primo ministro (polacco) Jaroslaw Kaczynski, e ai primi ministri Petr Fiala (ceco) e Janez Jansa (sloveno), siamo a Kiev», ha scritto su Facebook il capo del governo polacco Mateusz Morawiecki.

L'obiettivo della visita è «riaffermare il sostegno inequivocabile» dell'Unione europea (Ue) all'Ucraina», ha aggiunto.

Shmyhal aveva precedentemente confermato l'arrivo dei primi ministri in un messaggio su Twitter, salutando «il coraggio dei veri amici dell'Ucraina».

Ha detto che i suoi colloqui si concentreranno sul sostegno all'Ucraina e sul «rafforzamento delle sanzioni contro l'aggressione russa».

La visita arriva mentre la Russia bombarda obiettivi in tutta l'Ucraina, inclusa Kiev, che è stata quasi circondata dalle truppe di Mosca, e mentre Russia e Ucraina tengono colloqui - che proseguiranno mercoledì - nel tentativo di porre fine alla guerra di quasi tre settimane.

via/blb/mis/it/mis/es

Guardar

Nuevo